header-photo

Ciao Vittoria

CIAO VITTORIA

La tua morte mi lascia senza parole... dovevo ancora placare la tristezza per la perdita di Marlene... che ho dovuto lasciar andare anche te...
Vittoria era la gioia...era l'essenza di essere boxer...
Ho un ricordo chiaro nella mente del nostro essere state assieme: un raduno sul lago d'Iseo. Ti avevo portata per far numero... non eri mai uscita di casa, se non per le corse nel bosco senza guinzaglio, eppure per te era come fossimo sempre state in giro. Ti sei presentata con classe ed eleganza al giudice, la signora Rosato, e quando le ho detto che era la prima volta che mettevi un guizaglio, mi ha detto "Lei mi prende in giro "... Questa era Vittoria: un boxer come adesso ce ne sono pochi.
Vittoria 23/05/03 -10/04/08
Mariangela