header-photo

Alberto e Famiglia adottano Joe

La nostra bellissima "storia" con Joe è iniziata come tanti altri casi con la scomparsa del nostro dolcissimo e amatissimo Quake. Dieci anni di boxer che faceva parte della nostra vita di tutti i giorni con i suoi confusionari e agitatosi modi di fare e con la sua dolcezza ed il suo amore per noi che dimostrava in ogni momento. Alla sua morte abbiamo pianto tanto, e tutt'ora, ricordando i nostri momenti insieme piangiamo e ridiamo. Poi vedendo che nostro figlio, il piccolo Alberto di 7 anni, senza dire e manifestare niente usciva in cortile e non era più spensierato e giocherellone come sempre, abbiamo deciso che era necessario affiancargli un nuovo amico a quattro zampe. La nostra ricerca è iniziata con i canili della zona, per cercare di cambiare la vita ad uno dei tanti cani sfortunati ed anche perché non potevamo permetterci di acquistare un cucciolo.


Inoltre essendo molto apprensivi ci ponevamo il problema che adottare un cane adulto, con già un vissuto magari non proprio tranquillo con gli umani, non ci garantiva la tranquillità della convivenza con Alberto. Oltre a ciò la razza del boxer aveva lasciato un segno indelebile in noi ed allora abbiamo cominciato a sentire un po' di allevatori scontrandoci con delle persone che nascondendosi dietro "la passione per gli animali" il loro unico fine era il profitto senza riuscire a capire nulla delle nostre esigenze.


A questo punto, per puro caso navigando in internet, abbiamo trovato il sito di Casa Lucrezia e non sapevamo ancora che, da quel momento, sarebbe iniziata una nuova avventura.


Dapprima ci siamo scritti qualche e_mail con Mariangela per richiedere informazioni e costi di un cucciolo. Mariangela ci proponeva un cucciolone assicurandoci che sarebbe cresciuto ne più ne meno come fosse stato preso da piccolo inoltre già dagli scritti traspariva una grande umanità soprattutto per la recente scomparsa del nostro cagnone, poi ci siamo sentiti al telefono e finalmente il nove di aprile siamo partiti per i Colli Berici nella bellissima Barbarano Vicentino per conoscere il cucciolone Joe ma soprattutto Mariangela.


Ebbene si proprio Mariangela che ha saputo donarci nuovamente la speranza di avere un boxer, Mariangela che è una vera allevatrice, una vera amante degli animali, una persona onesta, generosa, e cristallina, una grande persona, semplice, con cui è possibile dialogare come se ci si conoscesse da sempre.


Appena abbiamo visto Joe la prima impressione è stata di trovarlo piccolo e magro in quanto facevamo il paragone con il Quake che era un bestione di quasi 50 Kg. Morale ................. Joe e Alberto hanno subito giocato come se si conoscessero da sempre e si sono piaciuti subito. Pensavamo che salire in macchina, lasciare Mariangela. viaggiare per tanti chilometri con tre sconosciuti, arrivare in una casa nuova fossero tutte esperienze che in qualche modo avrebbero scombussolato il piccolo/grande Joe. Invece durante il tragitto si è steso tranquillo ed ha dormito beato, quando ci fermavamo per farlo bere e sgranchire ci scodinzolava a tutta velocità ed arrivati a casa dopo un bel viaggio lungo, si sono scatenati Joe ed Alberto a giocare in cortile per qualche ora come se fosse da sempre a casa nostra. Ogni tanto scordiamo di quanto siano intelligenti ed equilibrati i boxer nonostante abbiamo convissuto per 10 anni con uno di loro. E' indescrivibile la bontà, la dolcezza e l'amore che ci ha subito dato Joe e che continuamente ci dà. Si è ambientato molto bene in casa prendendosi zitto zitto i suoi spazi, combinando disastri a tutto spiano, non subito però ma dopo una prima fase di "prove tecniche" (buchi immensi in cortile, tende da sole distrutte, furti dei giocattoli di Alberto ...... e tanti altri piccoli pasticci che coloro che hanno un quattro zampe conoscono molto bene) ma soprattutto facendosi amare per quello che è senza "sostituire" chi non c'è più in quanto Joe ha un suo carattere, dei suoi modi di fare che sono caratteristici della sua razza perché già li conosciamo, ma a suo modo simili e diversi.


Un grande cane, intelligente, che ha fatto sua la nostra famiglia come se fosse cresciuto con noi già da piccolo. Un grande boxer con una dolcezza nello sguardo infinita, ma con un temperamento molto forte, quando sente ad esempio qualche rumore fuori in cortile e si catapulta di corsa ringhiando per sorprendere l'intruso che non c'è.


Concludiamo questo nostro scritto con un ringraziamento, ringraziamo il momento fortunato che ci ha fatto trovare e conoscere Mariangela, tanti di quelli che si fanno chiamare "allevatori" dovrebbero a loro volta conoscerla e farsi un'esame di coscienza, magari potrebbero anche imparare qualcosa, non è mai troppo tardi.


Grazie Mariangela, non cambiare mai.

Alberto, Nicolina e Marco


Album Joe

Cliccare sulla miniatura per vedere l'immagine ingrandita. Cliccare su Chiudi per chiudere.